Daiano

A rischio prima malga vegana Alto Adige

E' stata lanciata una petizione online per salvare l'attuale gestione di malga Monte San Pietro, la prima in Alto Adige ad offrire esclusivamente piatti vegetariani e vegani. Nella patria dello speck, Alexander Bisan in questi anni si è affermato con la sua idea di un punto di ristoro in montagna nel pieno rispetto degli animali e della natura. Ora però la gestione della malga, messa in gara dalla frazione Monte San Pietro del Comune di Nova Ponente, passa a un altro offerente. "Utilizzando solo criteri economici - lamenta Bisan - si finisce in un circolo vizioso e si ostacola l'utilizzo di prodotti ecologici, sostenibili e solidali". Preparava infatti le pietanze con ingredienti di provenienza non solo regionale ma addirittura dei prati e dei boschi circostanti. L'ormai quasi ex gestore ricorda con rammarico anche le altre attività, come la malga didattica per bambini e le iniziative culturali. La petizione "Rette die Petersberger Leger Alm" su Change.org in poche ore ha raccolto centinaia di firme.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie